orari

Powered by JoomlaGadgets

commento alle letture

Domenica 16 novembre 2014 - XXXIII domenica del T.O.

L’appartenere alla luce anziché alle tenebre, al giorno anziché alla notte di cui parla Paolo come pure la beatitudine di chi teme il Signore di cui canta il salmista e il rimanere nell’amore di Gesù Signore che cantiamo al vangelo … tutto questo coincide con le due descrizioni che ci vengono offerte dalla prima lettura e dal vangelo. E’ vero, il brano dei Proverbi descrive la donna forte, la sposa ideale secondo la mentalità del tempo in cui quel libro pieno di saggezza è stato scritto, ma quei tratti possono essere interiorizzati da ognuno di noi, tenendo conto che noi leggiamo le Sante Scritture grazie allo Spirito Santo e in Gesù Cristo nel quale “non c’è più uomo né donna” (Gal 3,28), nel senso che ciò che è proprio dell’uno vale anche per l’altra sul piano del profilo interiore; e la Chiesa, di cui ognuno di noi è membro, è figura femminile, la figlia di Sion del Primo Testamento. Leggi tutto...